La lettera ai giovani del Vescovo Gero

Carissimi giovani,
vi scrivo portando ancora nel cuore e negli occhi il ricordo bello degli incontri con voi, prima dell’estate: a Savona, alla Chiavella, a Varazze e a Feglino.

Ho anche incontrato alcuni di voi personalmente o in occasione di qualche esperienza estiva.

Non ho difficoltà a dirvi che questi incontri sono stati per me tra le cose più belle dei miei primi tempi a Savona. Spero di non illudermi: ma mi sembra che anche voi siate stati contenti e che ci sia voglia (da parte mia di certo!) di conoscerci ancora di più e di fare strada insieme. Queste mie righe vi vengono consegnate simbolicamente al termine della veglia di preghiera in Cattedrale, durante la quale – come chi di voi era presente ha potuto vedere – ho voluto iniziare il cammino di un nuovo anno, offrendo alla Diocesi una mia lettera, con la quale desidero invitare tutti a ritrovare “il filo”, cioè la bellezza e la freschezza della Fede (la lettera è anche per voi! É un po’ lunga, ma ho cercato di usare un linguaggio semplice e… non troppo ammuffito).

Con voi vorrei sigillare un patto!

Mi impegno a accompagnare con paternità e tenerezza la vostra avventura verso la vita adulta, desiderata certo, ma anche temuta (“essere se stessi non è una battaglia semplice”, mi scriveva in questi giorni una ragazza); ad accompagnare soprattutto, con la preghiera (in tante lettere mi avete chiesto di pregare per voi!) e con la vicinanza, il vostro cammino di Fede, attraversato qualche volta (ma, ve lo confesso, è così anche per me!) da dubbi e fatiche. Voglio dirvi di non scoraggiarvi, e di continuare a cercare ragioni belle e alte per trafficare nell’amore la vostra vita.

Perché questo è il segreto della gioia: vivere amando!

Ma un patto è tra due: e allora vi chiedo di non chiudervi “in una riserva indiana”, ma di… prendervi le chiavi della Comunità cristiana, e di perdonarci se qualche volta vi abbiamo deluso; di perdonare la Chiesa se non sempre ha saputo accogliervi!

Insieme, verso la Bellezza e la Gioia: questo il cammino che vi propongo.

 

Vi abbraccio con affetto uno per uno, e prego per voi!

Il vostro Vescovo + Gero

 

PS: Dalle vostre lettere erano rimasti in sospeso inviti a cena, proposte di incontri, etc. Vediamo di concretizzare, cercatemi! I preti vi parleranno anche di un percorso sinodale e soprattutto di un incontro mensile di preghiera, che inizieremo il 10 novembre: spero d’incontrare, almeno i più grandi, anche in queste occasioni.